Kid-a 02.

Scoprire cos’è la comunicazione, dove si trova la cultura e perché è fondamentale usare l’immaginazione. Nuovi linguaggi e nuove risposte.

Kid-a.it and the network generation magazine.
Kid-a è il titolo di un album dei Radiohead ma anche il primo magazine per la ‘network generation’, intendendo non tanto la generazione internet, quanto quella che ama esprimersi attraverso un network; la generazione che con lo sviluppo della multimedialità ha moltipli- cato in modo esponenziale la potenza comunicativa di ogni singolo appartenente al NW, facendo di ciascuno un piccolo gran comunica- tore.
Kid-a.it è un sito ecologico o meglio kid-logico che affronta il tema della comunicazione in ‘formato ragazzi’ a 360°, ma con un alto livello qualitativo, perché i ragazzi imparano facendo: questa la filosofia di kid-a.it. Un magazine composto da servizi editoriali i cui argomenti sono volutamente selezionati, impostati, guidati e capitanati da un esperti del settore che s’avvalgono, inoltre, di un Comitato Scientifico di riferimento. Il tutto perché siano ‘adattati’ alla generazione dei kids; quella composta da ragazzi e ragazze tra i 9 ed i 14 anni. Imparare facendo, per kid-a.it è un prezioso momento di crescita... ben venga, allora, ‘Against the Stupidity’ che racchiude, ma non chiude, il modo di essere dei kids.
Giochi per non essere giocati, per conoscere, crescere attraverso stimoli creativi diversi, ma tutti uniti dal fare che è l’elemento più gustoso. Attivi ed Interattivi per scoprire cos’è la comunicazione, dove si trova la cultura, perché sono ragazzi, anzi pre-teen e quindi devono usare l’immaginazione, per scoprire nuovi linguaggi e risposte, tutto dal loro punto di vista. Più basso di quello degli adulti, d’altezza ma non di qualità, perché: ‘ci si mette molto tempo per diventare giovani’ (P. Picasso). 
 
Il sito kid-a.it si è aggiudicato la Targa d’Argento al ‘Premio Targa d’Oro della Comunicazione Italiana’, nella sezione ‘Siti al pubblico’, per l’alto valore tecnologico e creativo e per la forte interattività col target di riferimento.
 
Kid-a 02 ha il supporto di: Comune di Milano, Comune di Roma, Comune di Torino, Kodak, Symantec, Mondadori Retail, Fiera del Libro di Torino, Art Directors Club, ADV, Sonymusic, Jaguar - Compagnia del viaggio, Genova 2004, La Città dei Bambini, Palazzo Ducale - Genova, Università dell’Immagine, Radio 101. 
Kid-a. Consigli per gli approcci.
La web fiction ambientata nel mondo dell’advertising.

“Consigli per gli approcci” è una Web fiction in 60 puntate, ambientata in una vera agenzia di pubblicità dove un gruppo di ragazzi progetta e lancia sul mercato 3 prodotti. La storia permette diversi livelli di lettura. È infatti la narrazione, spiritosa e ironica, di amori e rivalità all’interno di un’agenzia, ma è anche un percorso per conoscere le figure professionali della creatività e i meccanismi che caratterizzano il processo ideativo. Nel progetto “Consigli per gli approcci” alcune società partner (Sony Music, Invicta, FILA) hanno chiesto d’ideare, nell’intreccio della storia, vere proposte creative per veri prodotti, veramente utilizzabili per la comunicazione degli stessi, in un gioco al rimando tra piani di realtà differenti per offrire divertimento e informazione.
 
Saltimbanchi.
Il Piccolo Circo è magia, buon umore e voglia di stare insieme. Nel magazine online, i piccoli e grandi segreti e anche trucchi del mestiere per mettere in scena un vero e proprio spettacolo di Piccolo Circo. I capitoli: Il manico di scopa, La palla umana, Capriola a tre... Saltimbanchi fuorimoda? Not 4 the kids! Vedere gli esercizi, provare sulla propria immaginazione, pronti via! È ritorno al futuro? 
Fototag.
D’estate le storie sono più luminose, coinvolgenti e ricche di particolari, nella versione estiva di kid-a.it, i ragazzi potranno comunicare la loro esperienza senza usare le parole... basterà scattare. Kid-a invita tutti i giovani a raccontare le loro storie estive attraverso l’uso della fotografia; le foto, infatti, trasmettono emozioni, idee, colori e, pensandoci bene, profumi e sapori.
Le inquadrature, le luci, i soggetti, la fantasia: ci sono mille modi per scattare una foto con cui potersi esprimere. Dall’inizio di luglio
a fine agosto, basta prendere una macchina fotografica monouso e scattare la storia dell’estate ‘da kid’ scegliendo il soggetto tra una serie di proposte. Tutte le storie verranno pubblicate online e, al termine del concorso, una giuria d’esperti premierà la migliore con 100 macchine fotografiche monouso Kodak da 27 pose e una fornitura di prodotti Giotto per la creatività.
L’ispirazione è innata in ognuno o va sollecitata: qualsiasi sia la risposta, online ci saranno le storie create dai grandi professionisti dello ‘scatto’ che ‘spareranno’ input a destra e a manca! La prima storia in 24 pose? È quella di Gianni Berengo Gardin.
Ma non è tutto: per l’intera durata del concorso, Fototag sarà in giro per l’Italia con i ‘Fototag Point’, punti di distribuzione gratuita e raccolta delle monouso. Prima tappa domenica 4 luglio: a Firenze, al parco delle Cascine e alla Piscina Raspini (nota come Rare Nantes Florentia), e a Milano, all’Idroscalo. 
Meme. Il gioco delle parole virali.
‘Meme’: il vocabolario non basta più, basta pensarci un attimo: chi non si è mai trovato in testa un termine ricorrente, una parola, una frase, il tormentone che contagia i pensieri in maniera prepotente? ‘Meme’ il gioco delle parole virali, è la prima grande indagine sul linguaggio delle nuove generazioni e sulla sua componente epidemica nel rapporto con i media vecchi e nuovi.
Meme è un doppio progetto:
Meme Tv: una web Tv che trasmette parole, modi, mode e pensieri che fanno parte dei kids, e non solo, ancor prima che se ne rendano conto e raccoglie le interviste fatte a personaggi noti, tra i tanti Alessandro Bergonzoni, Fulvio Scaparro e Sasà Selvaggio.
Meme Chart, un concorso che premia la voglia di contagiare il mondo con il virus della mente. Tutti possono mettersi in gioco inviando alla redazione di kid-a un sms o un’e-mail, con la parola o la frase che ritengono più contagiosa in quel momento. Tutte le parole inviate saranno inserite in ‘Meme Chart’, la classifica delle parole virali di kid-a e ogni giorno, tra tutti quelli che avranno inviato la parola più ricorrente, sarà estratto un vincitore.
Girandogenova.
Una serie di videodiari che raccontano tutto quello che c’è da fare a Genova capitale della cultura 2004. Una città da esplorare e da vivere, ricca di idee, arte, scoperte e tantissime cose da fare e da vedere: come la Città dei Bambini, l’Acquario, la mostra di Rubens ed il Castello del Capitano D’Albertis... Girandogenova è un concorso che premia il video-reporter nascosto in ogni ragazzo.
I kids devono esplorare Genova raccontando come la vedono e inviare la videocassetta alla redazione di Kid-a.
Una sintesi dei video più belli verrà pubblicata sul magazine online.
Alla fine del concorso, una giuria d’esperti proclamerà i 10 migliori videodiari e, per i lavori più belli, ci saranno vari premi della Giotto, zaini Invicta e cinque biciclette Specialized. 

You may also like.

La formula della creatività.
In un viaggio attraverso tutti i tipi d’intelligenza creativa. 7 guru della creatività ci mostrano come nascono le loro idee.
Check-in Architecture. The Exhibition.
Milano Design Week, Torino World Capital Design, Festarch, Biennale Architettura di Venezia: tutti gli eventi per la presentazione della ricerca.
Trasmettere l'architettura.
Un percorso per trasmettere alle nuove generazioni i valori, le idee, le emozioni, le molteplici culture e i processi dell’architettura contemporanea.
SignJam 08.
Workshop e incontri con i protagonisti delle Urban Arts. SignJam la più importante ricerca sulle Urban Cultures internazionali.
Metamorph.
Con la Biennale Architettura di Venezia, in viaggio intorno al mondo alla scoperta dell'architettura contemporanea.
Tu che mi guardi, tu che mi racconti.
Capire la multi-culturalità cercando di preservare una visione caleidoscopica di come i popoli re-inventano se stessi per poter vivere nel nostro Paese.
La vita di un libro.
In occasione dei trent'anni di Tratto pen, due giorni di workshop con i professionisti del mondo della letteratura e dell’editoria.
Nastro Soundway.
Tre audioguide d’autore per conoscere Milano, la città del design, come se fossimo immersi nel soundtrack di un film, attraverso una prospettiva inedita.
Più che un catalogo, un mondo.
Il Catalogo FILA non un semplice catalogo prodotti, ma un attivatore della fantasia, destinato a essere utile in più modi, nel tempo.
Sign Jam Open Lecture.
Quattordici incontri curati dagli esponenti più significativi delle Urban Culturs: styling audiovisivo, dj culture, fashion, calligrafia urbana, design.
Back to Top