Sign Jam Open Lecture.

Quattordici incontri curati dagli esponenti più significativi delle Urban Culturs: styling audiovisivo, dj culture, fashion, calligrafia urbana, design.

Cosa si intende con segno urbano?
Possiamo espanderne la definizione fino a pensarlo non solo come visivo ma anche come sonoro e mobile, cangiante, effimero ma innescato per disegnare, se non scolpire, le memorie delle generazioni che nelle città transitano e soprattutto vivono?
È possibile ipotizzare che t-shirt, cassette, vinili, sticker, flyer, schermi e, naturalmente, muri e superfici di ogni genere, rappresentino il luogo per eccellenza da dove riverberano, riversandosi in ogni medium, gli immaginari urbani contemporanei?
SignJam Open Lectures muove da queste ipotesi. Quattordici  incontri, curati dagli esponenti più significativi delle Urban Culture, per esplorare le connessioni e le contaminazioni tra generi e stili diversi, tra tecniche e forme espressive, tra background culturali e approcci metodologici inediti.
14 Open Lectures, con figure di eccellenza dello scenario artistico internazionale, per attraversare ambiti e discipline come styling audiovisivo, dj culture, fashion, writing, design; esplorare tecniche miste o codificate come la calligrafia urbana, lo scratch, il sampling, il vjing. Scoprendo, insieme al collettivo londinese dei D-Fuse o a DJ Spooky, quali e quanti nuovi punti di incontro sono possibili tra immagine e suono grazie alle tecnologie più recenti; interrogandosi come Mike Riemel, sul futuro dei flyer e dei leaflet di propaganda; o “rompendo un tabù” insieme a Nicholas Ganz, che presenta una raccolta di “graffiti femminili” che testimoniano il ruolo essenziale delle donne nel panorama internazionale dei graffiti.
 
Art of Rebellion. The world of street art
a cura di: Christian Hundertmark.
Guest: Mambo, Parigi, Francia, artista.

 
La storia della street art, la stato attuale del panorama internazionale e la sua interazione nella vita quotidiana (interazioni con l’advertising, ecc.): le origini, il background, i protagonisti.
L’artista ospite mostra i suoi lavori parlando della sua carriera (Mambo ha lavorato in India, Senegal, Italia, USA, Giappone e, naturalmente in Francia. Attualmente si divide tra Parigi e il Brasile; Kid Acne inizia a fare graffiti nel 1990: oggi i suoi lavori sono esposti in diverse gallerie in Europa, America e Australia. È anche illustratore per brand come Prada, Sixpak e per label come Big Dada, Warp).


Cities:Reimagining the Urban.
a cura di: Ash Amin and Nigel Thrift.
 
Esponenti illustri di una pratica degli studi urbani che invoca il superamento di rigide competenze disciplinari, Amin e Thrift sono autori del volume "Cities: Reimagining the Urban". Nella loro ricerca propongono un radicale ripensamento del fenomeno urbano nelle società contemporanee. Un ripensamento che non solleva solo il problema di rinnovare concetti e metodi radicati in diverse tradizioni di studio, ma esprime l'esigenza di un più fondamentale cambiamento degli stessi schemi mentali con cui accostarsi ai fenomeni spaziali, vale a dire forme di rappresentazione, metafore, associazioni di idee, nessi semantici che si intrecciano al tema della città. Concetti cardine del loro lavoro come"transitivity", "rhythms", "urban footprints", "namings", "flow" contribuiscono a fornire autorevolezza scientifica al percorso di ricerca delle SignJam Open Lectures.
 
Stickers!... from the first international sticker awards.
a cura di: Andreas Ullrich.
Guest: Alain Bieber, giornalista e editor di Artnet, Max e altre riviste culturali. Fondatore di Rebelart.net

Un’analisi ragionata del panorama internazionale della Sticker Art attraverso l’esperienza dello Sticker Award. Il fenomeno viene osservato da un punto di vista legato alle teorie situazioniste e ad un’idea di concetto urbano strettamente connesso ad un’osservazione politica e architettonica della città.
 
Fadings. Graffiti to design, illustration and more
a cura di: Sigmund Schlee.
Guest: Viagrafik, 
(Wiesbaden, Germania)

Le connessioni tra graffiti e design analizzati in generale e in alcuni casi specifici particolarmente rappresentativi.
Viagrafik presentano in quest’ottica lo studio e i lavori (sono clienti di Viagrafik aziende come Nike, MTV, Carhartt).

www.fadings.de
www.viagrafik.com
Flyer Soziotope: Topography of a Media Phenomenon.
a cura di: Mike Riemel.
Guest: Zuzana Lola Hruskova, artista,(Berlino-NewCastle, Germania-Regno Unito).

La storia del progetto Flyer Soziotope, con una panoramica sul panorama internazionale. Il flyer design: aspetti legati alla qualità e alla distribuzione.Storia dei fyer e leaflet di propaganda. Il futuro del flyer: indagine sociologica sui nuovi media nel social networking. Presentazione dei primi step per il Flyer Museum.
Approfondimenti collaterali: psicologia sociale, psico-geografia, spazi temporanei e illegali, comunità reali e virtuali.

www.flyersoziotope.net
www.photo-north.net/zuzana.html
Graffiti Woman: Street Art from Five Continents
a cura di: Nicholas Ganz.
Guest: Microbo, artista,(Milano, Italia), Supab2, artista, (Mestre, Italia).

Un intervento che racconta la street art al femminile e celebra l'avvento delle artiste di strada con una selezione tra le creazioni di oltre 125 donne, dalle immancabili Lady Pink di New York e Mickey di Amsterdam a una galassia di star nascenti. Un’esplorazione dei due universi dei graffiti e della street art.

Rhythm Science.
a cura di: DJ Spooky (New York, Stati Uniti).
 
Un manifesto per la scienza del ritmo, la creazione artistica dallo scorrere dei campionamenti nel suono e nella cultura. La cultura del sampling, e la sua gestualità, vengono espresse come approccio identico alla non linearità tipica dell'ipertesto, una frammentazione cosciente costruita pezzo a pezzo, o come dice l'autore: "Lego buildings blocks of consciousness". Assumendo il mix del DJ come template, descrive il processo con cui l’artista, attraverso le innumerevoli
possibilità espressive che oggi ci bombardano, usa la tecnologia e l’arte per creare qualcosa di nuovo ed infinitamente mutevole. La tecnologia fornisce il metodo e il modello, è il mezzo che mette in relazione l’artista con il mondo esterno.
All City Writers.
a cura di: Andrea Caputo.

Il writing come ipotesi di lettura parallela della città e dell’immaginario urbano contemporaneo; una ricerca sull’universo-graffiti che va da New York ai grandi centri europei per arrivare ai centri storici della provincia italiana. Andrea Caputo, graffiti writer fin dal 1990 oggi residente a Madrid, fa parte della prima generazione di train-writers italiani. Con “All City Writers” indaga la genesi, la lettura e le implicazioni nel tessuto sociale e negli aspetti urbani di un fenomeno underground che, in quarant’anni, ha contribuito ad un’estetica della città contemporanea tanto capillare quanto ancora poco decodificata.
Scratch Graphique: lecture su graphic design and scratch music.
a cura di: Laurent Burte.
Guest: Dj Mr. Ash, (Parigi, Francia).
 
Anteprima del nuovo libro, che costituisce l’aggiornamento della ricerca iniziata con Scratch Graphique: il nuovo alfabeto dello Scratch e le connessioni con il mondo dei graffiti e del design si arricchiscono di nuove illustrazioni e nuovi contributi.
 
Writing. An open subcultural movement
a cura di: Zast.
Guest: Philipp Kleinmichel, curatore, Berlino-New York.
 
Storia del writing, fino agli ultimi aggiornamenti con i più significativi casi di writers europei. La lecture intende introdurre un approccio filosofico, semiotico e artistico al fenomeno del writing. Dopo queste prime basi teoriche, gli studenti saranno pronti a comparare i lavori di artisti contemporanei che abbiano un background di writers e che aggiungano ora a questo profilo underground, uno specifico interesse alla ricerca di una posizione alternativa e autentica nel mondo dell’arte.
 
Urban Calligraphy From the Social Plastic Point of view
a cura di: Thomas Wiczak.
Guest: Daniela-Nickau-Thomsen, artista, Berlino. 
 
Le pagine del libro Writing “The Memory Of The City: The Avantgarde Spirit of Berlin Graffiti Writing”, presentato in anteprima sono come pareti o treni sui quali scrivere una dichiarazione contemporanea e d’avanguardia sull’universo della urban calligraphy. Una cultura ben pensata e auto-organizzata,
che deve camminare e lavorare con il sistema del mercato, nelle leggi del capitalismo; che sposa un’idea aperta di scrittura. Uno sguardo ai 15 migliori writers berlinesi e ai loro microcosmi.
T-shirt art and fashion identity. An urban culture
a cura di: Pedro Guitton.
Guest: Adriana Jordan, marketing, positioning/Branding, (Barcellona, Spagna).

Introduzione al mercato della moda, valorizzazione delle individualità, globalizzazione. Cosa sta accadendo? Non si investe più sugli individui, donne, uomini o bambini. Si investe su uno stile specifico di vita. Il potere e la magia di “combinazione” delle culture urbane: verso nuovi stili di vita e culture. Influenze ispirazionali, concettuali, creative - dal packaging, alla musica, alla tecnologia, all’arte e alla pubblicità.

pedroguitton.com
adrianajordan.com
Tape: An Excursion Through the World of Adhesive Tapes
a cura di: Kerstin Finger.
Guest: Florian Böhm, Monaco-New York, artista e designer. 

Un percorso esplorativo delle potenzialità espressive del tape attraverso l’esperienza di artisti e progetti internazionali: dal design all’illustrazione all’arte seguendo le creazioni di alcuni tra i più interessanti e significativi protagonisti. Florian Böhm illustra il suo personale punto di vista di artista che lavora sull’iconografia delle forme inaspettate e delle espressioni accidentali che si manifestano ogni giorno nella quotidianità urbana (suoi lavori sono esposti in numerose istituzioni internazionali come KunstWerke Institute for Contemporary Art, Berlin, Storefront for Art and Architecture, New York, Fondation Cartier pour l' art contemporain, Paris, and Haus der Kunst, Munich; è designer per Vitra, Adidas Salomon AG, Benetton, LTU-Airlines).

You may also like.

Nastro Soundway.
Tre audioguide d’autore per conoscere Milano, la città del design, come se fossimo immersi nel soundtrack di un film, attraverso una prospettiva inedita.
Milano Mashup.
Un gioco urbano che invita ad esplorare la città, raccontando, tutti insieme, Milano com’è e come la si vorrebbe.
La formula della creatività.
In un viaggio attraverso tutti i tipi d’intelligenza creativa. 7 guru della creatività ci mostrano come nascono le loro idee.
SignJam 08.
Workshop e incontri con i protagonisti delle Urban Arts. SignJam la più importante ricerca sulle Urban Cultures internazionali.
The CyberCrew.
Per la prima volta una sit-com realizzata appositamente per il web e, per la prima volta, al servizio del lancio di un prodotto.
Kid-a 01.
Il primo magazine multimodale dedicato alla network generation. Esserci, fare esperienza, partecipare, costruendo nel tempo una comunità di utenti.
Tu che mi guardi, tu che mi racconti.
Capire la multi-culturalità cercando di preservare una visione caleidoscopica di come i popoli re-inventano se stessi per poter vivere nel nostro Paese.
La vita di un libro.
In occasione dei trent'anni di Tratto pen, due giorni di workshop con i professionisti del mondo della letteratura e dell’editoria.
MINI Sharing Design.
Ai più importanti appuntamenti culturali e mondani per identificare e coinvolgere i trendsetter nel lancio del nuovo modello MINI Clubman.
MAXXI in Azione.
Un laboratorio a cielo aperto, un’esperienza realizzata conoscere lo straordinario progetto del Museo nazionale per le arti del XXI secolo.
Back to Top